Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e degli Alburni

Il secondo parco d'Italia per estensione (181.975 Ha), comprendente i territori del Cilento, del Vallo di Diano e dei monti Alburni, viene istituito nel 1991. Può vantare una varia e rigogliosa vegetazione, che annovera la faggeta appenninica, le cerrete, i castagneti, le sugherete e la macchia mediterranea.
Altrettanto importante la fauna protetta: la Lontra (Luntra luntra), il Lupo (Canis lupus), la Martora (Martes martes) e il Tasso (Meles meles). A questi si aggiunge una numerosa e varia presenza di uccelli: l’Aquila reale (Aquila chrysaetos), il Coturnice (Alectoris graecax), il Gracchio alpino (Pyrrhocorax graculus), il Gracchio corallino (Pyrrhocorax pyrrhocorax), il Picchio nero (Dryocopus martius), il Picchio rosso maggiore (Dryocopus martius), il  Picchio verde (Picus viridiss).

Per approfondimenti vai al sito Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Il territorio di Montecorice è inserito per la sua totalità nell’area Parco per un'estensione complessiva di Ha 2.210 e tale vicinanza rappresenta per l'uomo, la cultura e le preziose tradizioni del posto una sempre più utile e opportuna garanzia di conservazione.